Come si fa il vino: processo di produzione

Azienda Gasparini

Produzione del vino – Cantina vitivinicola Gasparini

Bentrovati, oggi raccontiamo in breve “come si fa il vino” ovvero quanto lavoro sta dietro ad una bicchiere di buon vino dell’azienda vitivinicola Gasparini.

I protagonisti sono i proprietari dell’azienda Gasparini di lunga esperienza vitivinicola e il gruppo di fidati operai viticoltori.

Cercheremo di spiegare  tutte le operazioni per la produzione del vino che servono a creare il buon vino dell’azienda vitivinicola Gasparini.

La coltivazione dell’uva

L’attività inizia con la potatura delle viti verso la fine dell’inverno, tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo quando la campagna comincia a intiepidire.
Allo scopo di  migliorare la qualità del vino privilegiamo una potatura che lasci al massimo una decina di gemme anche se la produzione risulterà limitata e che comunque crei un equilibrio tra la produzione e la vegetazione.

Nelle settimane successive passiamo tra i filari per ripristinare la tensione ai pali e fili di sostegno ed a sostituire quelli che si sono rotti durante la precedente vendemmia e i rigori dell’inverno.

Immediatamente dopo provvediamo alla legatura dei capi a frutto dei tralci al primo filo e li ripieghiamo in basso per dare ordine allo sviluppo della vite che produrrà il vino dell’azienda Gasparini.

Germogliamento

La fase di germogliamento è una fase fondamentale per ottenere uve di qualità, in genere inizia metà aprile ma dipende molto dalle condizioni metereologiche.
In questo periodo raccogliamo i sarmenti lasciati durante la potatura e provvediamo alla concimazione.

La gestione della vite non da mai respiro e per il personale è quasi impossibile allontanarsi dai vigneti nel periodo vegetativo.

Vini Rossi Cantina Gasparini
Vini Rossi Cantina Gasparini
Azienda Vitivinicola Gasparini

Quest’anno, nella fase di fioritura che inizia di maggio e dura in genere tre settimane, l’impollinazione  è stata un problema per il periodo piovoso che ha ridotto l’azione degli insetti pronubi come le api.

Allegagione

In giugno iniziamo ad asportare dal capo a frutto i germogli doppi per equilibrare la produzione della pianta e all’inizio dell’estate leghiamo i tralci, ormai rigogliosi, al loro sostegno, per dare un ordine verso l’alto e uno sviluppo senza rompersi.

E non finisce perché a seguire pieghiamo lungo il filo di sostegno più alto i tralci e li tagliamo se superano in altezza lo stesso sostegno sempre allo scopo di migliorare la qualità della produzione del vino dell’azienda vitivinicola Gasparini.

La fase dell’allegagione e della fioritura dura 20-40 giorni ed è una fase cruciale per la produzione del vino. I problemi principali sono dovuti alle condizioni termo-igrometriche .

In particolare partiamo con opportuni trattamenti “anticrittogamici” per difendere l’uva  contro l’attacco dei parassiti e muffe.

Nel corso dell’estate siamo sempre presenti tra i filari perché bisogna dare maggiore penetrazione di sole e di luce ai grappoli in maturazione e così procediamo una seconda potatura verde per eliminare i germogli in eccesso e rendere la chioma meno compatta.

In questo momento allo scopo di aumentare la qualità delle uve, ovvero per accrescere la concentrazione zuccherina, e per dare più vigore alla vite procediamo ad un diminuzione dei grappoli di circa un quarto lasciando sulla pianta solo i frutti migliori.

Vini Bianchi Cantina Gasparini
Vini Bianchi Cantina Gasparini
Azienda Vitivinicola Gasparini

Per tutto questo periodo contiamo sulla nostra abilità e la nostra esperienza nell’intervenire per identificare e neutralizzare i parassiti e trattare le viti al momento giusto considerando le avversità del tempo meteorologico (piovosità, grandine e siccità).

Maturazione

La maturazione del vitigno si verifica a partire da inizio agosto fino ai primi di ottobre.

Il tutto ci fa supporre che l’uva sarà di buona qualità.

In questa fase ci occupiamo del monitoraggio del grado zuccherino e dell’acidità delle uve:  dagli esami risulta che la stagione è in anticipo di 10 giorni, sicuramente è dovuto alla temperatura media più alta del solito.

La vendemmia

Quest’anno abbiamo iniziato la vendemmia intorno al 10 settembre ed è durata circa 3 settimane abbondanti.

A questo punto la nostra prima preoccupazione è non vanificare tutto lo sforzo che abbiamo dedicato alla cura della vigna e alla raccolta dell’uva.
Pertanto siamo molto attenti alle modalità di trasporto per evitare la rottura degli acini dei grappoli e di conseguenza evitare una perdita di qualità del vino dell’azienda vitivinicola Gasparini

La pigiatura

Nello stesso giorno della raccolta procediamo alla diraspatura seguita dalla pigiatura.
Nella nostra azienda usiamo pigiadiraspatrici meccaniche che separano le uve dai raspi e convogliamo il mosto con bucce e vinaccioli in contenitori in acciaio per la fermentazione a temperatura controllata.

La vinificazione

Durante la fermentazione, perché avvenga la cessione del colore e dei tannini, rimescoliamo le bucce e i vinaccioli saliti in superficie, dove formano uno spesso strato, pompando costantemente il mosto sopra.

Vini Rosati Cantina Gasparini
Vini Rosati Cantina Gasparini
Azienda Vitivinicola Gasparini

E’ importante in questa fase che dura in media una o due settimane  controllare regolarmente la temperatura della botti.

Dopo la macerazione con le bucce, più o meno lunga, separiamo il vino dalla parte solida delle bucce: la vinaccia.

Tutte queste operazioni le eseguiamo con estrema attenzione e cura perché eventuali errori potrebbero compromettere il lavoro di un anno.

La svinatura

Durante l’inverno siamo attenti a colmare le botti onde evitare il contatto con l’aria a causa del vino evaporato.
Di seguito effettuiamo i travasi del vino da una botte all’altra per toglierlo dal contatto con la feccia che si accumula al fondo della botte.

Controlliamo costantemente il processo di fermentazione secondaria.
Per i vini rossi deve avvenire sempre prima dell’imbottigliamento per ridurre l’acidità e ammorbidirne il gusto, mentre non deve verificarsi nei vini bianchi perché è gradito un profilo acido pronunciato.

Vini Dolci Cantina Gasparini
Vini Dolci Cantina Gasparini
Azienda Vitivinicola Gasparini

Chiarifichiamo il vino per renderne limpido il colore ed eventualmente lo filtriamo per ripulirlo anche delle più esigue impurità.

L’imbottigliamento

E finalmente in primavera procediamo all’imbottigliamento del vino dell’azienda vitivinicola Gasparini che non necessita di ulteriore maturazione che spicca per sapidità, freschezza e sapori agrumati.

Una parte di Vino lo destiniamo ad un più lungo invecchiamento in botti di legno durante la quale il vino migliora sia il gusto che i profumi.
In questo caso l’invecchiamento dura almeno 24 mesi, dei quali almeno 6  affinato in bottiglia prima di essere messo in commercio.

Gasparini Vitivinicoltura Terra dei forti Valdadige

Azienda vitivinicola Gasparini

Vini della Valdadige e del lago di Garda

 

CONSORZI TUTELA
Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *